loading
logo Umberto Cesari Art Contest 2015

Il Vincitore

Il vincitore dell'Umberto Cesari Art Contest 2015 è "Futurwine" di Donatella Carollo, studentessa dell’Accademia di Belle Arti di Venezia

Futurwine

La mia etichetta è un gioco che utilizza la forma grafica delle lettere che compongono la parola MOMA facendole diventare una sagoma umana che sta bevendo un calice di vino. E così la M in basso ricorda la parte alta del busto, la O il viso, la seconda M un copricapo , la A rovesciata il calice di vino. Il copricapo ricorda una corona. Questo particolare allude alla qualità eccellente del vino, che è un vino da re! La composizione è stilizzata e giocata su tre colori, il bianco il nero e il rosso, per rendere chiara e immediatamente leggibile l'immagine. Ho scelto di stendere il colore con il pennello invece di costruire l'immagine con la grafica compiuterizzata per mantenere il senso del "fatto con le proprie mani" un pò come l'uva, che richiede la cura e la sapienza del viticoltore per dare un buon vino. Ho chiamato la mia etichetta FUTURWINE perchè mi ricorda Depero e il Futurismo, una eccellenza della cultura italiana, come il vino buono.
Autore: Donatella Carollo Tecnica: Acrilico su cartoncino
Grazie a tutti per aver partecipato e arrivederci al 2019

Concorso

Concorso

Dal grande Giorgio Morandi ai giovani talenti di oggi.

Umberto Cesari Art Contest nasce dal desiderio della Umberto Cesari di promuovere artisti emergenti e nuovi talenti offrendo loro l’opportunità di proporre una nuova veste alla linea di vini MOMA dedicata al mondo dell’arte. Il nome stesso di questa linea deriva dall’acronimo di MyOwnMAsterpiece: un chiaro riferimento all’eccellenza dell’opera artistica riprodotta sull’etichetta e all’alta qualità del vino allo stesso tempo.

Tutto nasce dalla prima etichetta della bottiglia su cui era riprodotta un’opera di uno dei più grandi maestri della pittura italiana del novecento: il grande Giorgio Morandi. Da qui l’idea di dare continuità a questo binomio artistico creando un’opportunità per i giovani talenti di mettersi in mostra e farsi conoscere in tutto il mondo. La prima edizione del concorso, che si è svolta nel 2011, fu in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti di Bologna e l'Accademia di Belle Arti di Ravenna. Dopo aver ricevuto 37 opere, una giuria di esperti le ha valutatescegliendo una rosa di finalisti che sarebbero stati poi votati in rete.

Dagli specialisti infatti il testimone passò agli utenti del sito web dedicato al concorso, che, attraverso un voto on-line, hanno selezionato l’opera vincitrice, l’attuale etichetta della linea MOMA: Paper Glass di Elena Valentini.

Partners

Gli istituti d’arte coinvolti nell’edizione 2015 del concorso.
logo accademia belle arti urbino
Accademia di Belle Arti di Urbino

Accademia giovane e dinamica, fondata nel 1967, che ha attraversato le esperienze artistiche più diverse, dall’Arte Povera e dalla Pop Art degli esordi, fino al concettuale e al postmoderno. Vittorio Sgarbi ne è stato Preside per diversi anni mentre tra i suoi direttori si annovera anche Concetto Pozzati, esponente del surrealismo italiano. Tra i suoi docenti vi sono artisti ma anche teorici delle arti visive. L’Accademia ha sede in una città nota per i fasti dell’Umanesimo e del Rinascimento che ha tradizioni nell’ambito della didattica artistica risalenti al ‘700 e che ancora oggi conserva grande prestigio in ambito culturale e artistico.

logo accademia belle arti venezia
Accademia di Belle Arti di Venezia

Istituzione storica di tradizioni secolari, l’Accademia nasce il 24 settembre 1750 per volontà del Senato veneto come "Veneta academia di pittura, scultura e architettura": il suo primo presidente fu Giovanni Battista Tiepolo. Polo dell’eccellenza artistica degli ultimi 250 anni ha avuto nel novero dei suoi docenti Piazzetta, Tiepolo, Hayez, Nono, Ettore Tito, Arturo Martini, Alberto Viani, Carlo Scarpa, Afro, Santomaso, Emilio Vedova, Riccardo Schweizer. Questi nomi non sono che parte di ciò che l'Accademia di Venezia ha saputo da sempre esprimere, divenendo di fatto uno degli istituti artistici più prestigiosi in campo internazionale.

logo universite quebec montreal
Université du Québec à Montréal

L'Université du Québec à Montréal (UQAM) è una università pubblica e laica dal respiro internazionale nata nel 1969. Composta da sei facoltà, arte, comunicazione, scienze politiche e diritto, scienze, scienze dell’educazione e scienze umane, è la più importante Università francofona e una delle migliori istituzioni del paese. Nata dall’unione di vari istituti tra cui École des Beaux-Arts de Montréal, UQAM è da subito stata pioniere nell’ambito delle Belle Arti contribuendo alla vivacità culturale della società.

Umberto Cesari

Al principio di tutto, un sogno: produrre vino di qualità.
umberto cesari

All’inizio degli anni ’60 Umberto Cesari acquista 20 ettari di vigneto e dà inizio alla sfida di una vita: fare del Sangiovese un vino d’eccellenza, amato in tutto il mondo. Umberto Cesari è tra i primi a puntare su questo vitigno e a diffonderne la cultura a livello internazionale.

I suoi vini nascono in Emilia Romagna, sulle colline di Castel San Pietro Terme, tra i 250 e i 450 metri sul livello del mare. Protetti dai suggestivi Calanchi Azzurri, i 170 ettari di vigneti godono di un micro-clima ideale, caratterizzato da un’elevata escursione termica, vento costante e tanto sole.

Valorizzare i vitigni tipici della terra emiliano romagnola per produrre grandi vini: questa, da sempre, è la missione di Umberto Cesari. Il cuore della produzione sono 4 pregiate varietà di uve locali: Sangiovese, Albana, Pignoletto e Trebbiano. A queste si affiancano le migliori uve internazionali, utilizzate soprattutto per la produzione di blend: Sauvignon Blanc, Merlot e Chardonnay. Qualità e la tipicità sono la vera ispirazione della produzione firmata Umberto Cesari. Per questo, l’azienda ha investito in ricerca e strutture all’avanguardia, ha acquistato vigneti di uve autoctone, ha avviato una collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università di Bologna e con enologi e agronomi professionisti. Dalla vinificazione all’imbottigliamento, ogni singola fase della produzione dei vini, avviene nelle cantine di Castel San Pietro Terme. Per questo l’azienda può garantire la qualità dei suoi prodotti, grazie al completo controllo di ogni processo.